Archivio Tag rasaerba professionale

Come deve essere la campana per fare un buon taglio polverizzante?

Uno degli elementi fondamentali del brevetto GRIN è la campana di taglio.

 

La campana è fondamentale per fare una buona polverizzazione dell’erba. La prima cosa che si nota velocemente è la forma: è tonda.

Rispetto alle macchine con cesto di raccolta dove il piatto di taglio ha una sorta di “canale” che convoglia l’erba nel sacco posteriore, le macchine senza raccolta devono mantenere l’erba a lungo sospesa all’interno e continuare a farla girare per lavorarla al meglio (per questo una campana tonda è decisamente preferibile).

 

Ma se voglio fare un’ottima polverizzazione dell’erba, non dover tagliare tutti i giorni il prato e lavorare in condizioni difficili tipiche dei nostri manti erbosi fare una campana tonda non basta.

 

Il piatto di taglio deve avere 3 caratteristiche fondamentali:

  • essere molto ALTO per contenere tanta erba
  • essere internamente molto LISCIO per evitare l’accumulo di erba
  • essere RIGIDO per evitare la dispersione di materiale

 

Ricordiamoci che in Italia l’erba cresce tanto e velocemente. Spesso, anche se sarebbe meglio non farlo, ci troviamo a tagliare in condizioni di erba umida e troppo alta. Per questo una macchina senza raccolta non adatta non va bene, vi rovinerà il prato e non vi farà risparmiare tempo e fatica. Sarà quindi necessario fare molta attenzione alle caratteristiche del piatto di taglio rispetto a quanto invece si può fare in paesi dove il clima rigido fa crescere l’erba molto meno (ad Es. i paesi scandinavi)

 

La campana brevettata di GRIN è:

  • la più alta esistente sul mercato (quasi il doppio di un tradizionale tagliaerba Mulching)
  • fatta in uno stampo unico per non avere giunture e rinforzi che creino accumuli di erba
  • in acciaio molto spesso (circa il doppio del normale) per evitare che si deformi e perda materiale durante il sovraccarico di lavoro o a causa del terreno sconnesso

CLICCA QUI E GUARDA QUESTO VIDEO COMPARATIVO

Utilizzare una campana del genere è l’unica scelta per operare un taglio senza raccolta di qualità senza dover triplicare i tagli rispetto alla macchina con cesto.

Certamente i materiali utilizzati, il processo di lavorazione e di industrializzazione degli stessi e l’assemblaggio risultano più costosi. Ma a giovare di tutto questo non sono solo le performance del taglio ma anche la durata del tagliare nel tempo e i costi di manutenzione. Materiali più pregiati e tecniche di lavorazione più avanzate sono sinonimo di maggior resistenza nel tempo, minori problemi di rotture, maggior mantenimento delle performance negli anni.

 

Taglio polveriizante VS mulching tradizionale

Quando taglio l’erba posso lasciarla sul prato senza rovinarlo? 

SI ma solo se questa è finemente lavorata e polverizzata. 

 

Se l’erba tagliata dal vostro rasaerba si deposita in pezzi grossi e in grande quantità sulla superficie dell’erba lo sfalcio si accumula e soffoca il prato (oltre ad essere esteticamente brutto e praticamente scomodo).

Se invece l’erba è depositata in pezzi molto piccoli (o meglio ancora in polvere) sul prato, si infilerà tra i fili d’erba, andrà a contatto con il terreno e quindi potrà essere assorbita dal terreno stesso.

 

Questa differenza di “dimensione” è fondamentale per il taglio senza raccolta.

L’erba polverizzata è un concime naturale per il prato ricco di azoto, non si vede in superficie e quindi il taglio risulta esteticamente perfetto, viene assorbita velocemente grazie alla flora microbatterica presente nel terreno.

 Ma come faccio a polverizzare l’erba? 

Esistono macchine tagliaerba che invece di raccogliere lo sfalcio all’interno di un cesto di raccolta lavorano l’erba all’interno della campana per poi rilasciarla sul terreno. Queste macchine senza raccolta sono nate tanti anni fa negli Stati Uniti. Purtroppo però costringono ad un taglio molto molto frequente (anche più di una volta a settimana) e quindi non hanno mai avuto successo in zone dove l’erba cresce molto velocemente come l’Italia.

Dovete infatti sapere che l’erba cresce molto nei paesi con clima mite e forte alternanza di pioggia e sole. Il troppo caldo e il troppo freddo non aiutano la crescita del prato (infatti il prato cresce rapidamente in primavera -autunno e meno in estate e in inverno)

Quindi in Italia per polverizzare l’erba devo aumentare notevolmente i tagli?

NO se uso la macchina giusta e studiata per i nostri prati.

GRIN ha brevettato un sistema di taglio che polverizza l’erba anche in situazione difficili … e in situazioni facili fa un residuo più fine rispetto alle normali macchine Mulching (quelle adatte ai climi freddi o ai tagli molto molto frequenti)

Vi faccio un esempio puramente indicativo per farvi capire meglio il concetto.

Se taglio l’erba alta 10 cm e voglio portarla a 4 cm (una crescita normale in una settimana di primavera): Devo tagliare 6 cm di erba.

  • Con una macchina con raccolta questi 6 cm vengono buttati tutti nel cesto di raccolta e poi smaltiti.
  • Con una macchina mulching li taglierà in 3-4 pezzi grandi circa 2 cm: troppo per essere assorbiti dal terreno.
  • Con GRIN i pezzi saranno molto più fini e quindi adatti alla trasformazione rapida in concime per il prato.

 

Esistono prati mantenuti con il taglio senza raccolta in Italia?

Si moltissimi. Nei campi da golf per esempio l’erba non viene raccolta … e il prato è bellissimo!!

E’ vero che però in queste strutture si taglia tutti i giorni.

Con GRIN circa 35.000 persone mantengo il loro giardino con meno fatica e perdita di tempo e con un ottimo risultato sul prato. Queste persone riescono a farlo mantenendo una frequenza di taglio uguale ad una corretta manutenzione fatta con una macchina tradizionale.

 

E se l’erba è molto alta GRIN funziona lo stesso?

SI, ma la polverizzazione sarà minore. Mi è capitato di dover sfasciare con GRIN prati con erba alta 40 cm. In questo caso la polverizzazione non sarà efficace come su erba di 10-15 cm … ma la macchina riuscirà comunque a lavorare l’erba con un risultato ottimo per quelle condizioni di prato rustico.

La mancanza del cesto di raccolta (e quindi del tubo di raccordo tra macchina e cesto) farà si che il tagliaerba GRIN sia molto meno soggetto a sovraccarichi e intasamenti